giovedì 8 luglio 2010

Atti persecutori

C'è in esame al Senato il DDL n. 1348, presentato dal Ministro per le Pari Opportunità (Carfagna) e dal Ministro per la Giustizia (Alfano), che si intitola «Misure contro gli atti persecutori».
Ill DDL all'art. 1 propone l'introduzione di un nuovo reato:
ART. 612-bis. – (Atti persecutori). –
Salvo che il fatto costituisca più grave
reato, è punito con la reclusione da sei
mesi a quattro anni chiunque, con con-
dotte reiterate, minaccia o molesta taluno
in modo da cagionare un perdurante e
grave stato di ansia o di paura ovvero da
ingenerare un fondato timore per l’inco-
lumità propria o di persona al medesimo
legata da relazione affettiva ovvero da
costringere lo stesso ad alterare le proprie
scelte o abitudini di vita.
Ora, non vi è chi non veda che la Carfagna e il suo degno compare Alfano, con la scusa di proteggere le donne dal fenomeno dello stalking, hanno in realtà scritto l'ennesima legge ad personam per compiacere il proprio datore di lavoro, Silvio Berlusconi.
E' infatti chiaro, a chiunque non abbia le fette di salame sugli occhi, che si tratta di una norma fatta apposta per mandare in galera tutti coloro che si fanno latori del Partito dell'Odio verso il nostro Presidente del Consiglio il quale a causa di ciò, come noto, vive momenti di grande ansia e teme per la propria incolumità, già provata dal recente attentato.
Carfagna, Alfano: vi ho smascherato! Siete dei servi di Berlusconi!



















Mi sto allenando: se riesco ad andare avanti così per un po', prima poi riesco a diventare capogruppo del PD in Commissione Giustizia, alla Camera. O perlomeno diventare giornalista del Fatto (che questa volta è forse meno colpevole di tante altre, dato che gli sproloqui della Ferranti sono stati ripresi, acriticamente, un po' da tutti i giornali).

5 commenti:

.mau. ha detto...

"vi ho smascherato": come se non lo sapessero tutti.

Seriamente, avete notato la frase «timore per l’incolumità propria o di persona al medesimo legata da relazione affettiva»? La Carfagna mi stupisce ogni volta di più!

m.fisk ha detto...

Non l'avevo notato, ma adesso che mi ci fai pensare la cosa è interessante.

scorfano ha detto...

La frase segnalata da .mau. è davvero rilevante. E (dato per scontato che Angelino non sa di cosa stiamo parlando) penso che la Mara valga cinque o sei Mariestelle.

m.fisk ha detto...

Ripensandoci un po', c'è da dire che sarebbe anche stato assai difficile far rientrare in una dizione più rispettosa del canone eterosessuale tutti i tipi di relazione (genitore-figlio/a e soprattutto fidanzati più o meno in casa).
E' quindi possibile (possibile, non probabile!) che la formulazione sia venuta così bene al di là della volontà dell'estensore.

.mau. ha detto...

dottor fisk, mi meraviglio di lei!
Provi a pensare positivo e si ricordi che sono i giudici a decidere su lettera e spirito della legge (e che cosa sarebbe successo se nel testo si fosse esplicitamente parlato di possibilità di relazioni affettive omosessuali)

 

legalese
Il contenuto di questo sito è rilasciato con la seguente licenza:
- ognuno può farne quel che gli pare
- l'eventuale citazione del nome dell'autore e/o del blog è lasciata alla buona educazione di ciascuno