martedì 1 febbraio 2011

Che post d'Egitto

Mi si chiede di scrivere qualcosa su ciò che accade in Tunisia ed Egitto, o perlomeno di dire perché non scriva nulla al riguardo.
Rispondo citando Wolfstep: non tanto per tutta l'analisi, che non so neppur dire se e quanto condivida, bensì per il primo capoverso:
Da due giorni mi chiedono per email di commentare quanto successo in Tunisia ed Egitto. Cosa che ho evitato di fare, dal momento che in entrambi i casi e' filtrato assai poco in occidente. Se dovessi dare un giudizio di qualita' ai mass-media occidentali per come hanno seguito le crisi, per come le hanno spiegate e per come hanno informato, direi che siamo sottozero. Se fossi un paranoico paragonerei quel che si dice in questo momento con quello che si diceva in Inghilterra ed Austria durante la rivoluzione francese. Niente. Meglio non propagare certe idee.

2 commenti:

thedarknomad ha detto...

Grazie per aver risposto.

ilcomizietto ha detto...

Mi permetto di segnalare ai tuoi lettori Lorenzo Diclich:
http://30secondi.wordpress.com/

Da consultare ogni volta che accade qualcosa in medio oriente e dintorni.

 

legalese
Il contenuto di questo sito è rilasciato con la seguente licenza:
- ognuno può farne quel che gli pare
- l'eventuale citazione del nome dell'autore e/o del blog è lasciata alla buona educazione di ciascuno