martedì 2 marzo 2010

Le regole del gioco

Siamo franchi: chi di noi può veramente credere che Polverini e Formigoni verranno esclusi dalla partecipazione alle elezioni regionali delle due maggiori regioni italiane?
Sì, forse qualche blogger idealista, e qualche topo di biblioteca può veramente farci conto; ma chiunque abbia smesso di credere nel simpatico vecchione che porta i regali parimenti non può davvero pensare che quello sarà l'esito della vicenda.
Eppure, le regole sono regole, e nei casi specifici sembra proprio che siano state violate (nel caso della lista del PdL a Roma poi la cosa è provata al di là di ogni ragionevole dubbio).
La questione quindi è un'altra, e non meno appassionante delle elezioni in sé, almeno dal punto di vista del giurista.
«Con che diavolo di motivazione i giudici del ricorso potranno riuscire a riammettere quelle liste?»
Staremo a vedere tutti eccitati: perché sembra proprio una missione impossibile.

9 commenti:

.mau. ha detto...

Polverini mica è esclusa dalla partecipazione delle regionali nel Lazio! (Il che significa che potrebbero anche non riammettere la lista PdL romana, tra l'altro)

Per Formigoni, si limiteranno a dire che per alcune delle firme è chiaro che non ci si era accorti che la documentazione fornita è sufficiente per legge.

m.fisk ha detto...

Veramente adesso è esclusa anche Polverini. E comunque partecipare senza il simbolo del PdL nella circoscrizione di Roma sarebbe un mezzo suicidio.

.mau. ha detto...

sgrunt. Col fatto che devo lavorare, non riesco a seguire tutto.

m.fisk ha detto...

Che mondo ingrato! che condanna biblica!!!

Ipazia Sognatrice ha detto...

E' ovvio che troveranno un sistema per uscire dal pantano in cui loro stessi sono finiti. Ed è anche ovvio che ci saranno migliaia di idioti che gioiranno di questa mission impossible perfettamente riuscita chiamandola una 'vittoria della democrazia sulla burocrazia'. E che aspetteranno il buon vecchio barbuto, la notte del 24 dicembre.

Jakala ha detto...

Sulla Polverini non sarei mica così sicuro: è una protetta di Fini, Berlusconi voleva qualcun altro.

Quindi in ogni caso SB riuscirà vincitore, il prossimo governatore della regione Lazio tanto sarà sempre sotto scacco/ricatto per via del defici sanitario.

scorfano ha detto...

Vivo e acquattato. Ma sei sempre nei miei pensieri (e nelle mie letture, anche).

scorfano ha detto...

(benché stordito, perché il commento volevo lasciarlo all'altro post, naturalmente)

m.fisk ha detto...

Occhio, che a forza di acquattarti mi diventi una tinca, che ama il fango. Prima o poi dovrai deciderti a risalire n superficie.

 

legalese
Il contenuto di questo sito è rilasciato con la seguente licenza:
- ognuno può farne quel che gli pare
- l'eventuale citazione del nome dell'autore e/o del blog è lasciata alla buona educazione di ciascuno