giovedì 22 ottobre 2009

Di navi, d'aerei e d'Ipazie

Con riguardo al mio post di ieri sera, Ipazia sognatrice ha lasciato un commento che mi sembra sollevare un tema d'interesse generale, e che quindi porto su per non lasciarlo confinato lì sotto, confinato in una stanzetta dove ci siamo solo noi due*:
Uhm, quindi sarebbe 'la legge non è uguale per tutti, ma deve essere uguale per tutti quelli per cui non è uguale'?
Cavolo, un po' lungo, da ricamare sui miei calzini blu a renne multicolori. Evitando le renne.
Sospettavo che le cose fossero un filino più complesse di come ci eravamo (parlo di noi comuni Ipazie) convinte che fossero.
Quello che più mi intristisce è che non solo le campagne cazzeggione di Repubblica, ma tutta una serie di trasmissioni/dibattito, interviste, dichiarazioni, rilasciate da persone che in teoria dovrebbero essersi laureate in giurisprudenza, e che dovrebbero candidarsi a rappresentarci e governare, non facevano la minima allusione a ciò che tu dici.
E allora, delle due l'una: o tu sei un pazzo mitomane che si ammanta di conoscenze che non ha ed ha una grande audience (cosa che non credo; anche se è vero: hai una grande audience); o questo è davvero un teatrino di marionette che manovrano marionette che manovrano marionette...
Lascio al lettore giudicare da sé, andando a leggere direttamente i punti 7.3.2.2. e 7.3.2.3. della sentenza 262/2009.

* Anche se devo ammettere che trovarmi in una stanzetta confinato con Ipazia potrebbe essere una prospettiva non disdicevole

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Rispondo a te e a Ipazia. Repubblica è specializzata in campagne gigione ((C)S.Ventura), di sicuro impatto mediatico, ma assolutamente fuorvianti.

Persino Travaglio, che quando chiacchera su beppegrillo(TM) dice spesso cose interessanti (per me), è cascato in questa trappola e ha mescolato i calzini con il merito della questione Mesiano.

Queste campagne sono fuorvianti per due motivi:
1) Silvio le fa molto meglio e di segno opposto. E ha anche più mezzi per portarle avanti.
2) non fanno *capire* nulla e non danno nessuna *alternativa* al metodo e al contenuto silviesco. (Infatti uno pensa al calzino e si dimentica dei 750 milioni di euro che la Fininvest deve all'Espresso. E del perché li deve.)

ciao
nicola.

Anonimo ha detto...

A proposito della concorrenza a Repubblica:
Alfano vs FacciaLibro

ciao
nicola.

Ipazia Sognatrice ha detto...

Ommammia... adesso tutti quelli che googleranno 'renne multicolori' finiranno anche qui! :-)

E ce n'è tanti sai...

Troll Ipazia (commossa da cotanto onore)

Giacomo Cariello ha detto...

Mi sono rotto un po' le palle a leggere tutta la fuffa da 1 a 8 invece di farmi bastare i titoli di giornale, per poi scoprire che mi bastavano i titoli di giornale :P

A mio avviso i 7.3.2.2 e i 7.3.2.3 non stanno lì per dire che quello che importa è solo che non c'è discriminante tra presidenti e resto del collegio dei relativi organi. In realtà la polpa sta già in 7.3.1 ed è sostanzialmente quello che è stato riportato dai giornali (cioè che ci vuole la legge costituzionale se la prerogativa non è già prevista dalla Costituzione), mentre 7.3.2 e sottocommi è il risultato di quella tipica letteratura da sentenza dove si rende necessario confutare qualsiasi cazzata detta dalla parte perdente (nella fattispecie, la cazzata del "primus inter pares" sostenuta dall'Avvocatura dello Stato), giusto per chiarire anche per il futuro che quello è un versante scosceso dove non è il caso di avventurarsi.

davideprof ha detto...

Mah, io ho letto i punti della sentenza e mi sa che mi trovo d'accordo con Giacomo. Il che, visto quanto capisco io di giurisprudenza, potrebbe essere assai preoccupante per Giacomo.

 

legalese
Il contenuto di questo sito è rilasciato con la seguente licenza:
- ognuno può farne quel che gli pare
- l'eventuale citazione del nome dell'autore e/o del blog è lasciata alla buona educazione di ciascuno